Vescovo s'innamora di scrittrice libri erotici

L’ormai ex vescovo di Solsona, Xavier Novell i Gomà è un uomo che ha cambito spesso idea passando da un estremo all’altro. L’ultima? Il vescovo innamorato ha lasciato il suo incarico e la Chiesa per vivere la sua relazione con una donna divorziata e scrittice di romanzi erotici: la psicologa Silvia Caballol. Che il religioso avesse una relazione si vociferava da qualche tempo.

Il gossip si è intensificato dopo che lo scorso agosto Xavier Novell ha presentato la sua rinuncia al Vaticano per motivi personali. Rinuncia che è stata accolta.

Molti, erroneamente, ritenevano che il religioso fosse stato allontanato per le sue posizioni omofobe. Se fosse stato così, probabilmente di preti ce ne sarebbero molti di meno.

Chi è Silvia Caballol, la scrittrice di libri erotici che ha fatto perdere la testa al vescovo Xavier Novell

La donna che ha fatto perdere la testa all’ex vescovo Xavier Novell si chiama Silvia Caballol. È nata a Súria (Barcellona), ha 38 anni, di professione psicologa con la passione per la scrittura.

È autrice dei libri “Trilogia amnesia” e “El infierno en la lujuria de Gabriel“. Silvia Caballol ha due figli avuti in un precedente matrimonio, durante il quale ha vissuto in Marocco.

Dopo la fine del suo matrimonio la psicologa si è trasferita a Manresa ed è qui che ora la coppia vive e dove Xavier Novell spera di trovare lavoro come ingegnere agronomo.

Le contraddizioni del vescovo innamorato

Xavier Novell i Gomà ha fatto parlare spesso di sé, a comnciare dal fatto che è stato il vescovo più giovane della Spagna. Aveva 41 anni quando gli fu dato l’incarico, oggi ne ha 52. Ha partecipato a programmi televisivi come il Late Night di Andreu Buenafuente e a diversi programmi radio.

È stato accusato d’independentismo per aver chiesto ai sacerdoti di non suonare le campane durante la Diada, come auspicavano i partiti indipendentisti catalani.

Ma se fino a quel momento era ritenenuto un moderasto sulle posizioni indipendentiste, nel 2017 invitò i fedeli a partecipare al referendum sull’indipendenza della Catalogna ritenuto illegale dal governo di Madrid.

Durante i suoi anni alla facoltà di Ingegneria Tecnica Agricola, si dice facesse una vita bohemien. Durante il seminario ebbe modo di esprimre il suo favore al sacerdozio per le donne. Con il passare del tempo Xavier Novell i Gomà abbandona le sue posizioni progressiste.

Si lascia andare ad esternazioni omofobe. Afferma che l’omosessualità è la conseguenza della mancanza della figura paterna. Dice anche che l’omosessualità è una malattia che può essere curata. L’aborto? Uno dei più grandi genocidi della storia!

Fonte El Mundo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *