Il nuovo allenatoe del Genoa Andrij Shevchenko

Shevchenko è il nuovo allenatore dle Geona, anzi, lo sarà perchè manca ancora l’annuncio ufficiale. L’ex attaccante del Milan nonché vincitore del pallone d’oro prende il posto di Ballardini. La scelta della 777 Partners è stata anche d’immagine. La propretà vuole rilanciare ll club rossoblù non solo in campionato ma anche a livello internazionale. Un percorso non semplice che chiede tempo e programmazione.

Di certo la retrocessone avrebbe causato un ulteriore ritardo ai piani di rilancio della società. Una eventualità del genere non è contemplabile, da quì la decisione di cambiare subito. È probabile che comunque sarebbe andata a finire, questo sarebbe stato l’ultmo anno di Ballardini al Genoa.

Come detto la proprietà sta lavorando anche sull’immgine del cub e chi meglio di Andrij Shevchenko per questo scopo? Già, peccato che nel calcio non si vinca con l’immagine e in tutta sincertità dobbiamo dire che fino a questo momento la carriera di allenatore diAndrij Shevchenko, che fino allo scorso agosto guidava la nazionale dell’Ucraina, è stata avara di soddisfazioni.

Chiaramente una invrsione di tendenza è certamente possibile. Adesso tutto ciò che viene chiesto all’ex attaccante di Milan e Chelsea è di portare il Genoa alla salvezza… possibilmente tranquilla. Il tempo per raggiungere l’obiettivo c’è.

Quando arrivaAndrij Shevchenko a Genova?

Andrij Shevchenko è atteso a Genova la prossima settimana, probabilmnte già lunedì. In questo momento le parti stanno definendo gli ultimi dettagli ma l’accordo è per sommi capi già definito.

Andrij Shevchenko fimerà un contratto che lo legherà al Genoa fino al 2022 con opzione di prolungamento fino al 30 giugno 2023. Quanto guadagnerà Andrij Shevchenko al Genoa?

L’ingaggio è di 2 milioni ma non escluso qualche bonus. Un accordo del genere indica l’intenzione della 777 Partners di gettare le basi per una lunga e proficua collaborazione.

Il noeo allenatore del Genoa potrà approfittare della sosta dovuta agli impegni delle Nazionali per conoscere i suoi giocatori e magari recuperare un paio d’infortunati.

Fonte Gazzetta dello Sport

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.