Santopadre, tabaccaio spara e uccide un uomo - Notizioso
carabiniere investito a Conselice

Sandro Fiorelli, 58 anni, titolare di una tabaccheria Santopadre (Frosinone) in piazza Guglielmo Marconi, ha ucciso un uomo che si era intrufolato in casa. La vittima è Mirel Joaca Bine, 34 anni, originario della Romania. Il tabaccaio, accortosi della presenza di alcuni estranei nella sua abitazione di via Decime, ha imbracciato il fucile e ha fatto fuoco. Subito dopo lo sparo, chi era insieme a Mirel Joaca Bine si è dato alla fuga.

Dopo aver sparato con il fucile, Sandro Fiorelli ha chiesto l’intervento dei militari che stanno accertando la dinamica dei fatti. Sarebbe stato sparato un solo colpo, ma questa circostanza deve ancora essere confermata. I carabinieri hanno sequestrato l’arma, la posizione di Sandro Fiorelli è al vaglio delle autorità.

Intanto si cerca la o le persone che erano insieme a Mirel Joaca Bine. Sebbene pare certo che l’uomo non si trovasse da solo nella proprietà privata, non è chiaro il numero degli intrusi.

In queste ore i carabinieri stanno verificando la presenza di telecamere in zona con la speranza di trovare elementi utili alle indagini. Una serie di posti di blocco sono stati disposti in tutta la zona.

Il tabaccaio di Santopadre Sandro Fiorelli minacciato con una pistola?

Sandro Fiorelli ha visto il ladro puntargli una pistola contro e per questo motivo ha fatto fuoco. Erano circa le 19:40, l’uomo rincasando ha sentito dei rumori al piano di sopra. È qui che probabilmente ha imbracciato il fucile ed è andato a controllare.

Il ladro, durante la fuga, avrebbe puntato l’arma contro il padrone di casa e questi ha sparato. È questa la versione rilasciata dal tabaccaio di Santopadre ai carabinieri intervenuti dopo la sua chiamata al 112. Accanto al cadavere i militari hanno trovato un’arma a salve.

È tuttavia da verificare in ogni minimo dettaglio la versione del cinquantottenne. Il fatto cheMirel Joaca Bine gli abbia puntato contro oppure no la pistola, fa una grossa differenza in merito alle accuse che potrebbero essere contestate all’uomo.

Forse ti possono interessare anche questi articoli

Fonte Il Messaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *