È morto Richard Benson

Il chitarrista Richard Benson è morto all’età di 67 anni. La notizia è stata pubblicata sulla pafin Facebok ufficiale del musicista italo inglese. Le condizioni di salute del chitarrista erano precarie da tempo, le cause della morte sono dovute a un malore che lo ha stroncato oggi, martedì 10 maggio. I funerali di Richard Benson si terranno il 12 maggio, alle ore 11, presso la basilica di Santa Croce in Gerusalemme, Roma. Nel post pubblicato sulla paga social di Richard Philip Henry John Benson, si legge:

Carissimi amici ed amiche, dobbiamo purtroppo darvi la notizia più brutta possibile. Richard ha lottato come un leone anche questa volta contro la morte e purtroppo non ce l’ha fatta. Ci ha lasciato. L’ultima volta però ci ha detto: “Se muoio, muoio felice”.

Morto Richard Benson: biografia e vita privata

Richard Philip Henry John Benson, qusto il nome completo del musicista, è nato a Woking, Inghiltera. Per molto tempo sono state messe in dubbio le sue origini inglesi da fan e detrattori. Volto noto delle emittenti televisive romane sfoggiava una grande competenza in fatto di storia della musica rock.

Benson era un fan del progressive e della musica metal, in particolare del neoclassic metal. Sia in TV che sul web spiegava le pricipali tecniche dello strumento, spesso facendo riferimento a gente come Yngwie Malmsteen, Uli John Roth e altri mostir sacri delle sei corde.

Richard Benson non sfiondò mai come chitarrista, restando relegato all’underground romano. Come personaggio televisivo riuscì ad arrivare anche i Rai, indimenticabili suoi siparietti nel corso della trasmissione Stile Libero. Anche Carlo Verdone gli dedicò un cameo in un suo film.

Sulla via del tramonto, purtroppo le ultime esibizioni live di Richard Benson erano diventate una parodia con un pubblico che dava la sensazione di pagare il biglietto più per il gusto d’insultare il chitarista e tirare di tutto sul palco.

Richard Benson nel film di Carlo Verdone

Nell’aprile del 2013 Richard Benson ha sposato la compagna Ester Esposito che le stava sempre a fanco, anche quando i “fan” gli tiravano le uova. Il matrimonio si tenne a Campidoglio di Roma.

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.