jordan driskel guinzaglio bambini

L’uso di particolari imbracature per portare a passo i figli non è una novità. Questa volta a fare notizia è Jordan Driskell, trentunenne del Kentucky, che in rete è stato pesantemente criticato per portare a passo i figli con un guinzaglio per bambini. È innegabile che la scena ricordi un dog sitter, non a caso tanti utenti, nel criticare il papà, hanno fatto l’analogia con i cani.

Il video di Jordan Driskell che porta a guinzaglio i suoi 5 bambini ha totalizzato oltre 3 milioni di visite su Instagram e, naturalmente, ha generato moltissimi commenti. Come detto il papà ha ricevuto tante critiche ma anche il sostegno di molti genitori che, evidentemente, vivono le sue stesse difficoltà ad uscire con più figli piccoli.

È vero, non c’è niente di meglio che fare una passeggiata tenendo per mano il bambino. Due figli? Si può ancora fare ma quando sono 3 o addirittura 5, è evidente che la situazione si complica. Per non parlare quando i bambini sono particolarmente irrequieti.

Come ha spiegato l’uomo al sito Today Parents, i suoi figli sono curiosi, amano esplorare e per la sua tranquillità e la sicurezza dei piccoli ha deciso di usare un guinzaglio per bambini.

Il guinzaglio per bambini, fa bene?

A questo punto molti genitori si staranno chiedendo se il guinzaglio per bambini faccia bene oppure no. Diciamolo subito, il caso di Jordan Driskell è una situazione limite. Ma chi ha un solo figlio è il caso che usi un guinzaglio per bambini?

Dal punto di vista pedagogico non è una buona scelta, soprattutto se il piccolo viene strattonato e costretto a fare movimenti non decisi da lui. Movimenti, che attenzione, subisce senza capirne le cause e senza possibilità alcuna di prevederli. Ciò è negativo ai fini dell’autodeterminazione e dello sviluppo dell’equilibrio.

C’è un’ampia letteratura in pedagogia e psicologia che attesta come l’ostacolare il naturale sviluppo motorio del piccolo fa si che questo non solo diventi impacciato ma soprattutto, è incapace di valutare i rischi.

In conclusione, laddove è possibile, il guinzaglio per il bambino va evitato. Se non se ne può fare a meno, è bene comunque non abusarne. Un’alternativa meno traumatica e che consente anche di stare a contatto con il piccolo può essere un braccialetto di sicurezza come questo che permette sia di tenere l figlio per mano sia di lasciarlo camminare liberamente senza rischio di strattoni.

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.