finto matrimonio battesimo

Legalizzare il matrimonio tra genitori. È quanto chiesto da un padre alla Corte Federale di Manhattan, New York. La notizia è riportata dal New York Post. L’uomo vuole sposare il figlio, un adulto consenziente. Siamo di fronte a un caso di incesto, è evidente. L’uomo nel presentare la documentazione alla Corte Federale ha chiesto l’anonimato in quanto la sua azione è vista moralmente, socialmente biologicamente ripugnante, come specificato sui documenti della Corte. Nel ricorso depositato lo scorso 1 aprile presso la Corte Federale di Manhattan si legge:

Attraverso il legame duraturo del matrimonio, due persone, qualunque sia il rapporto che potrebbero altrimenti avere l’uno con l’altro, possono trovare un livello maggiore di espressione, intimità e spiritualità

In vero, il fatto che si tratti di due uomini è una supposizione in quanto sulle carte è scritto in modo abbastanza genrico che si tratta di genitore e figlio biologico che non sono in grado di procreare.

L’incesto è un reato puntio dalla legge

Per la lege vigente nello Stato di New York l’incesto è classificato come reato di terzo grado e prevede una pena fno 4 anni di carcere. I matrimoni incestuosi sono nulli: è prevista una multa e ua pena detentiva di 6 mesi.

Nel chiedere la licenza di matrimonio i promessi sposi devono specificare i loro genitori naturali e attestare che non c’è alcun tipo di impedimeto legale al matrimonio.

Il papà ha detto che vorrebbe fare la proposta di matrimonio al figlio ma non può perchè gli causerebbe un danno emotivo alla luce delle leggi vigenti che impediscono alla coppia di coronare il loro sogno d’amore.

L’uomo pretende che un giudice dichiari incostituzioanli e inapplicabili al suo caso la legge, nello specifico la “Parent and Adult Child Non-Procreationable“.

L’avvocato dell’uomo sostiene che le coppie di genitori e figli per i quali la procreazion è impossibile, possono aspirare al matrimonio. Secondo Sylvia Law, docente di diritto presso la New York University, esistono casi di genitori figli separati dalla nascita che si sono rincontrati decenni dopo fomando una coppia e ha aggiunto:

Non penso che per una cosa del genere ci sia un gran movimento popolare, ma credo che in passato ci siano stati casi simili. È una di quelle aree dove la gente chiederebbe al governo di leggiferare.

Eric Wrubel, avvocato specializzato in dritto matrimoniale, è categorico nel dire che una la persona che ha prsentato il ricorso non otterrà nulla, poi ha aggiunto:

Il caso più simile a qusta vicnda è quello di Woody Allen e lei non era sua figlia. Era una bambina adottata oltretutto non da lui e questo fa ancora rivoltare lo stomaco a precchia gente.

Fonte New York Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *