kyanni-williams-taglio-cesareo

Kyanni Williams è venuta al mondo piangendo, ma non come la maggior parte dei neonati. La piccola piangeva per il tremendo dolore che le ha causato un medico con il bisturi che ha evidentemente eseguito un maldestro tagli cesareo, tanto da ferire al viso la bambina. È stato necessario applicare tredici punti di sutura sulla guancia. La cicatrice è permanente. L’incidente si è verificato al Denver Health, in Colorado. Quando Reazjhana e Damarqus Williams hanno visto quello che era capitato alla piccola Kyanni, sono rimasti sconvolti.

Non potevano credere che la loro bambina fosse rimasta così orrendamente sfigurata. La famiglia ha organizzato una raccolta fondi per pagare un avvocato che possa seguirli in una causa contro il Denver Health. Sono già stati raccolti più di 8.000 dollari dei 10.000 richiesti.

Complicanze durante il parto

Reazjhana Williams avrebbe dovuto avere un parto naturale ma poco prima del lieto evento si sono presentate delle complicanze che hanno costretto i medici ad eseguire un parto cesareo d’emergenza. I medici, infatti, non riuscivano più a sentire il battito della bambina.

Il dottore ha eseguito il taglio cesareo, una operazione di routine che avrà fatto centinaia se non migliaia di volte. Qualcosa che probabilmente avrebbe potuto fare a occhi chiusi. Eppure qualcosa è andato storto.

Il taglio sul viso della piccola Kyanni era evidente, profondo. Le sono stati immediatamente applicati 13 punti di sutura. Si può dire che alla piccola è pure andata bene. L’incidente avrebbe potuto essere ben più grave, mortale perfino.

Cos’è accaduto durante il parto cesareo?

Ma com’è potuto accadere un fatto del genere durante il parto cesareo? I genitori di Kyanni Williams hanno raccontato alla stampa quanto riferito loro dal dottore che ha eseguito il taglio cesareo.

La testa della bambina era moto vicina alla parete della placenta, quando è stato effettuato il taglio con il bisturi, la lama ha raggiunto il viso della piccola. Una infermiera intervistata da Fox ha detto che in oltre 2500 parti cesarei cui ha preso preso parte, non ha mai visto una cosa del genere. In una nota il l’ospedale ha precisato che:

Il Denver Health si è messo in contatto direttamente con la famiglia. Anche se questa è una complicazione medica nota nei tagli cesarei d’emergenza, il nostro obiettivo è sempre quello di fornire assistenza nel migliore interesse della madre e del bambino.

Gosiame Sithole ha mentito, non ha partorito 10 bambini

Forse può interessarti anche l’articolo > Aveva detto di aver partorito 10 bambini: era falso!

Fonte New York Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *