Nasconde il cadavere della figlia in una cassa e la usa come comodino in comera da letto - Notizioso
Vanesa Mansilla bambia cadavere comodino

Cosa passa per la mente di un donna che nasconde il corpo della figlia di 5 anni in una cassa e ne fa un comodino da tenere in camera da letto? Per saperlo bisogna chiederlo a Vanesa Mansilla, 27 anni. La terribile e incredibile storia arriva da Villa Ballester, nel partido General San Martin, Buenos Aires.

La bambina risultava scomparsa da qualche mese, fin quando la mamma non si è pesentata alla polizia raccontando la verità che aveva tenuto nascosta anche all’ex marito, ovvro, che la figlia era morta. Verità che andrà approfondita, ma ci torneremo tra un attimo.

Il papà, Maximiliano Martín, aveva presentato denuncia di scomparsa dopo che erano trascorsi alcuni mesi da quando non vedeva la bambina. Vanesa Mansilla gli aveva detto di aver affidato alle cure dei servizi sociali.

La bambina non era in buono stato di salute, nata prematura, era costretta a vivere con una sonda nasogastrica. La ventisettenne ha tenuto nascosto il segreto fino a fine novembre quando ha confidato ad un parente che la bambina era deceduta.

Probabilmente è statao questo parente a convincere Vanesa Mansilla a raccontare tutto alla polizia.

La figlia trasformata in comodino: la confessione della madre

La donna si è presentata alla polizia confessando che il cadavere della bambia ara nascosto all’interno di una cassa di legno che usava come comodino. Il corpo e stato messo in un sacco, poi aveva riempito la cassa con del cemento.

Alla polizia ha raccontao che un pomeriggio, dopo aver fato il bagno agli altri due figli, ha fatto un pisolino. Al suo risveglio ha trovato la bambina morta. Presentava bava alla bocca.

Spaventata – così afferma la ventsettenne – ha occultato il cadavere della figlia nella cassa e lo ha ricoperto di cemento per poi farne un comodino da tenere in camera da letto.

La poliza ha trovato il cadavre a casa della donna, la scientifica ha anche individuato tracce di sangue sul materasso che hanno fatto pensare ad una morte violenta.

Gli esami preliminari della salma hanno confermato che la bambina è deceduta per un’infezione respiatoria causata da una malattia congenita.

Nonostante ciò un perito è stato incaricato di verificare se la piccola sia stata vittima di violenze. Per adesso Vanesa Mansilla è accusata di omicidio colposo ma la sua posizione potrebbe aggravarsi se i periti dovessero trovare prove di violenza. Il fatto che la mamma abbia occultato il cadavere della figlia, non gioca a suo favore. I terribli sospetti restano.

Fonte Todo Noticias

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *