Il miglior pellet per stufe e caldaie - Offerte, prezzi e recensioni - Notizioso
Offerte miglior pellet

Con l’autemento del costo del gas, sempre più persone stanno prendendo in considerazione l’acqiusto del miglior pellet di abete per riscaldarsi durante l’inverno. Non è un caso il registrarsi di un incremento delle vendite di caldaie e stufe a pellet. A dirla tutta, ben prima della crisi energetica generata dalla guerra tra Russia e Ucraina, gli Italiani si erano già orientati verso questo sistema di riscaldamento a pallet. L’italia, oltretutto, è tra i principali produttori di camini e stufe a pellet che non solo vende nel mercato interno, ma esporta suddetti prodotti. Visto l’intersse degli italiani per le fonti energetiche green, abbiamo scritto una guida all’acquisto sul miglior pellet e cercato le offerte più interessanti sul mercato.

Attenzione perchè negli ultimi mesi i prezzi del pellet sono aumentati, ma c’era da aspettarselo visto l’incremento della domanda. Tuttavia non disperate perchè è comunque possibile trovare in vendita online del buon pellet economico. Ti consigliamo di leggere per intero la nostra guida ma se vai di fretta, in fondo alla pagina trovi le recensioni del pellet.

Guida su come sceglire il miglior pellet online

Come scegliere un buon pellet in offerta? È questa la domanda fondamentale che bisogna porsi prima di comprarlo online o comunque mettersi in cerca di pellet per stufa o caldaia in offerta.

La qualità del prodotto, infatti, è fondamentale. Nei paragrafi che seguiranno, vi daremo alcuni consigli utili a finalizzare un acquisto soddisfacente e comprendere quale pellet da evitare.

Come riconoscere un buon pallet?

Quali caratteristiche deve avere il pellet per essere buono. Una prima indicazione ce la dà il colore. Il miglior pellet è di colore chiaro, il livello di umidità deve essere basso e non devono esserci tracce di residui chimici.

Il pellet è classificato ma può anche essere certificato. Attenzione, i produttori non sono obbligati a vendere un prodotto certificato, tuttavia se la certificazione è presente, è certamente un punto a favore del bancale di pellet che voltete comprare su Amazon, bricoman o Leroy Merlin.

La classificazione del pellet delle migliori marche

La qualità del pellet all’ingrosso o al dettaglio ci è suggerita dalla classificazione. Per capire come scegliere il pellet a buon prezzo è necessario sapere che ci sono due caratteristiche da valutare: il contenuto delle ceneri e della segatura.

Se la quantità di cenere è alta, duranate la combustione si genera una gran quantità di polvere, di consguenza dovrete pulire spesso la vostra stufa a pellet.

Come si produce il pellet? Dalla segatura (il pellet di semi di girasole è un caso a parte) e pertanto da materiali di scarto. Attenzione, parliamo comunque di materiali di scarto da legno vergine, ossia sottoposto solo a trattamenti meccanici.

Ora, se trovate del pellet a buon prezzo ma notate all’interno del sacco, della segatura, diffidate perchè quel pellet ha la tendenza a sfaldarsi. Queste caratteristche concrrono a determinare la classificazone del pellert, che è la seguente:

  • A1 è il pellet di migliore qualità con ceneri non supriore llo 0,7%
  • A2 è un pellet più economico dove la percentuale di ceneri è massimo l’1,2%. Il pellet più venduto è sicuramente questo poichè ha un prezzo più basso rispetto a quello A1 e una resa accettabile.
  • B. Questo pellet non è per uso domestico in quanto i livelli di cenere arrivano al 3,5%

La certificazione del miglior pellet

La certificazione del pellet delle migliori marche, che ricordiamo non è obbligatoria, si ottiene dopo che il pellet è stato sottoposto ad una serie di test per determinare la qualità del pellet A1 e A2. È evidente che per stare tranquilli conviene acquistare pellet certificato A1 o A2.

Qui bisogna fare un distinzione: la EN Plus è la certificazioe unica che si applica sul territorio europeo, tuttavia ne esistono altre a seconda del pase di origine. Nel caso di pellet prodotto in Italia, c’è la Pellet Gold che indica il miglior pellet italiano. In Germana c’è la Din Plus mentre per il pellet prodotto in Austria trovate la certificazione ONORM, tutte validissime.

Il miglior pellet di girasole

Un pagrafo a parte vogliamo dedicarlo al pellet di girasole in quanto sta stuzzicando l’interesse di parecchi consumatori. Questo prodotto si ottiene dai gusci di girasole disoleati. Fino qualche tempo fa il pellet di girasole era una biomassa impiegato principalmente per le centrali elettricche di alcuni paesi.

La diffusione di stufe e caldaie a pellet ha spinto l’uso di questa biomassa per il riscaldamento domestico.

Può essere utile mettere a confronto il pellet di legno con quello di girasole. Il potere calorifico del pellet di girsole è di poco inferiore a quello del legno. Alto, invece, il contenuto di ceneri che è compreso tra il 2,6% e il 3%.

Come conservare il pellet?

È importante prestare cura alla conservazione di questo biocombustibile, sopratutto se avete comprato un bancale di pellet e parte di questo resta inutilizzato per un certo periodo.

Innanzitutto il pellet non deve stare a contatto diretto con il pavimento. In questo caso la pedana del bancale è perfetta e fa sì che la parte sottostante sia arieggiata.

Il pellet deve essere distante dalla parete almeno 10 cm e se possibile dovete frapponere un pannello isolate o quantomno del cartone. Il pellet deve essere tenuto al riparo dalla pioggia, dalla neve, ma anche dall’esposizione diretta alla luce del sole.

Le nostre recensioni

Abbiamo fatto una selezione di quello che riteniamo essere il miglior pellet disponibile sul mercato. Nel fare ciò Abbiamo tenuto conto del prezzo del pellet in rapporto con la qualità. Che si tratti di pellet di abete bianco o di girasole, magari proveninete dall’Austria e che sia venduto online su Amazon, Leroy Merllin o altri, qui troverete delle opinoni obiettive realizzate anche tenendo conto dei pareri di altri consumatori. Prima di decidere, fate un confronto trai i prezzi del pellet.

Pellet Holz abete En PLus A1

Tra le marche di pellet più apprezzate c’è Holz, azienda dell’Austria. Si tatta di un pellet certificato A1, dunque parliamo di un buon prodotto. Il potere calorifico è compreso tra 4,8 e 5,2 Kwh. Basso il contenuto di ceneri che è dello 0,5%. All’interno del sacco di pellet di abete non troverete segatura o polvere. I clienti che hanno acquistato il pellet Holz si sono detti soddisfatti per la qualità.

Pellet Scandinavian sacco 15 kg

Il pellet Scandinavin è un altro biocombustibile che ha soddisfatto chi lo ha comprato. Si tratta di pellet di abete certificato A1. Si fa apprezzare per l’alto potre calorifico e il bassisimo residuo di ceneri. Il pezzo rapportato alla qualità è da noi ritenuto buono.

Bancale pellet di legno 100% naturale

Questa è un’iteressate offerta per un bncale di pellet composto da 20 sacchi, ciascuno del peso di 15 kg. Il prodotto è certificato En Plus A1. I cilindri hanno uno spessore di 6 mm. Si tatta di un pellet prodotto in Spagna e sebbene non sia rinomato come il pellet d’Austria, resterete piacevolemte sorpresi per il rapporto qualità/prezzo di questo bancale.

My Wood Pellets

È un pellet di faggio e abete di buona qualità come dimostra la certificazione A1 e Din Plus. l prodotto è ricavato da legno di alberi austriaci. Il residuo di ceneri è relamente basso a fronte di un alto poterre calorifico. Il sacco ha un peso di 10 kg, tuttavia dobbiamo avvertire che alcui clienti, pur riconoscendo la qualità del prodotto, ritengono che il prezzo del pellt sia alto.

Pellet Evergreen sacco 15 kg

Qusto pellet è ricavato da legno canadese, pefetto pr caldaie, stufe e caminetti. I cilindri di pellet hano uno spessore di 6 mm, lunghi tra i 15 i 20 mm. Il prodotto è classificato A1 co un potere calorifico di 5,15 Kwh/kg. Il residuo di ceneri è basso. È un prodotto che ha soddisfatto la clientela.

Pellet Fuegonet 1,5 kg spazzacamino

Abbiamo pensato di proporvi anche qusto pellet spzzacamino che serve per la manutenzione e pulizia di stufe e camini. È un prodotto consigliato soprattutto a chi usa un pellet di bassa qualità (ma no solo) che lascia residui che a lungo andare compromettono il corretto funzionamento della stufa. Il prodotto va aggiunto a un sacco da pellet d 15 kg, ben mescolato. La sua combustione combatte la fuligine e le inncrostazioi all’interno del camino o della stufa.

Il miglior pellet – recensione, confronti, prezzi e offerte online

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *