Kentaro Miura Berserk

Kentaro Miura, manga artist reso famoso soprattutto dall’opera “Berserk“, è morto all’età di 54 anni. Il decesso è avvenuto lo scorso 6 maggio, ma la notizia è stata resa noto solo in queste ore dalla rivista Young Animal, attraverso il profilo Twitter Berserk Project. Nel breve messaggio si legge:

Dobbiamo anuncare che Kentaro Miura, l’autore di Berserk, è morto il 6 maggio a causa di una dissezione aortica acuta.

Biografia di Kentaro Miura, il papà di Berserk

Kentaro Miura ha avuto la passione per i manga fin da piccolissimo. Già a 10 anni diede prova del suo talento quando realizzò l’opera Miuranger. Era il 1976. Il manga doveva essere destinato ai compagni di classe ma alla fine fu pubblicato in 40 valumi (Tankōbon, nel gergo). Un anno più tardi Kentaro Miura realizzò il manga “Ken e no michi”.

La particolarità di qust’opera è che il mangaka utlizzò per la prima volta l’inchiostro di china. La tecnica dell’artistà si affinò velocemente e nel 1982 pubblicò per la prima volta su una rivista. Nel 1985 il mangaka fu ammesso alla Nhoa University presentando l’opera Futabi. L’anno più importante per la carriera di Kentaro Miura fu il 1988 quando completò il manga Beserk The Prototype.

Il manga, composto da 48 pagine, era l’introduzione al mondo fantasy che avrebbe caratterizzato Berserk. Il manga permise all’autore di ottenere il premio della Comi Manga School. Conseguita la laurea nel 1989, ispirandosi a un libro di Yoshiyuki Okamura, il mangaka realizzò l’opera Il Re Lupo che fu pubblicata sulla rvista japanese Animal House.

Nel 1990 la decima edizione di Animal House presenta il primo volume del progetto Berserk che a partire dal 1992 divenne sempre più popolare e lo consacrò come uno dei più importanti mangaka contemporanei.

Opere di Kentaro Miura

Miuranger (1976)

Ken e no michi (1977)

Futanabi (1985)

Noa (1985)

Berserk – The Prototype (1988)

Il Re Lupo (1989)

Berserk (1989-2021)

La leggenda del Re Lupo (1990)

Japan (1992)

Gigantomachia (2013-2014)

Duranki (2019-2021)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *