Abuso sessuale su Thelma Fardin, condavvato l'attore Juan Darthés

L’attore brasiliano Juan Darthés è stato condannato a 6 anni di carcere per abuso sessuale nei confronti dell’attrice argentina Thelma Fardin, famosa in italia per la serie Il Mondo di Patty. La sentenza arriva in appello dopo che l’attore brasiliano era stato assolto in primo grado da tutte le accuse. Adesso un tribunale brasiliano ha emesso la sentenza di condanna. L’attore godrà del regime di semilibertà pertanto, potrà uscire dal carcere per lavorare.

I fatti contestati risalgono al 2009 quando Thelma Fardin aveva 16 anni. Entrambi erano impegnati in un tour con l’opera teatrale “Patito Feo, la gira mas linda“. La compagnia di trovava in Nicaragua quando, si consumò l’abuso: la giovane attrice subì del sesso orale dall’attore che all’epoca aveva 45 anni.

In una conferenza stampa del 2018, sostenuta da un collettivo di attrici, Thelma Fardin accusò pubblicamente Juan Darthés. Pochi giorni dopo, nel corso di un’intervista televisiva, l’attore rispose che fu l’attrice a cercare di sedurlo.

Le accuse di molestie non sono una novità per Juan Darthés, la prima risale al 2017 quando a raccontare di essere stata abusata sessualmente dall’attore fu l’attrice e modella Calu Rivero che però non presentò mai denuncia formale. Il presunto abuso si sarebbe consumato tra il 2012 e il 2013 durante le riprese della telenovela Dulce Amor. Fecero seguito le denunce di altre due attrici: Anna Coacci e Natalia Juncos.

Le parole di Thelma Fardin dopo la condanna per abuso sessuale di Juan Darthés

Durante la sua battaglia per avere giustizia, Thelma Fardin è stata sostenuta non solo dal Me Too argentino ma anche da Amnesty International. Nella giornata di ieri la vittima ha convocato una conferenza stampa al fine durante la quale ha detto:

È un giorno colmo di emozioni, sono commossa. Grazie all’enorme movimento per il quale ci troviamo qui e grazie alla mia squadra per aver avuto fiducia nelle mie parole. Oggi il mio caso ha avuto giustizia.

L’attrice ha raccontato di provare finalmente sollievo dopo l’esposizione che ha avuto il caso ma soprattutto per i giudizi che ha subito da diveri media.

Sento che ne ha valso la pena fare tutto questo sforzo. Oggi peso di meno… aveva perso la sèeranza e la fede nella giustizia. Grazie a tutte le attrici che ci hanno messo la faccia e che mi hanno accompagnato nonostante le avversità che abbiamo dovuto affrontare. Ho ricevuto innumerevoli attacchi. Hanno detto che lo facevo per la fama. Non mi sono arresa grazie a tutto il sostegno che ho ricevuto. Siamo milioni a dire ‘Non starò più in silenzio!’.

Prima dell’attrice hanno preso la parola Paola Garcia Rey, vicedirettrice di Amnesty International e gli avvocati di Thelma Faldin, Carla Andrade Junqueira y Martín Arias Duval. Duval, in particolare, ha detto:

La sentenza dimostra il valore del lavoro congiunto di tre Paesi. È una cosa senza precedenti in un caso di abusi sessuali, ci sono stati ministeri di Argentina, Brasile e Nicaragua che hanno lavorato insieme per portare il caso a una conclusione positiva.

Fonte ANSA

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *