Dogo Argentino spaventa parco Valli di Roma

La situazione al Parco delle Valli di Roma è diventata insostenibile a cusa di un dogo argentino che attacca gli altri cani. Ad oggi si sono registrati almeno sei attacchi e solo per pura fortuna nessun animale è stato ucciso, senza parlare del rischio che corrono le persone. Ormai la voce si è sparsa e intanti evitano di portare cani e bambini al parco. Chi ci va, si guarda le spalle con il timore che il dogo possa spuntare dal nulla.

L’animalie gira libero per il parco delle Valli ma non è abbandonato, ha un padrone che si rifiuta di tenere il cane il guinzaglio. Anzi, l’uomo in almeno un’occasione avrebbe aizzato il dogo contro chi gli aveva chiesto di tenerlo al guinzaglio. Il proprietario del cane, terrore del Parco Valli, secondo alcuni, speso sarebbe ubriaco.

Episodi come questi pongono l’accento sulla necessità di una patente per le razze canine pericolose o ritenute tali. È per colpa di proprietri indisciplinati e incapaci che quando accade una tragedia tutta la colpa ricade sul cane.

La verità e che chi dovrebbe prendersene cura, semplicemente non è capace di gestire l’animale. Nessun cane, anche il più docile, dovrebbe essere lasciato senza guinzaglio in un parco anche per la sicurezza dell’animale.

Dogo argentino aggressivo: la gente del quartiere Montesacro è disperata

La gente del posto è stanca della violenza del cane ma soprattutto del suo padrone, un uomo che non lesinerebbe minacce a chi, giustamente, vorrebbe godersi il polmone verde del quartiere Montesacro. Le richieste d’intervento sono cadute nel vuoto.

Solo in un’occasione l’uomo era stato separato dal dogo argentino ma due settimane dopo, l’animale gli è stato riaffidato nonostante non sia in grado di gestire il cane o peggio, non averne intenzione, atteggiandosi a bulletto del parco. Intanto chi ha i figli piccoli rinuncia a portarli al Valli, la paura che il cane possa aggredire i bambini, è tanta.

Domande e risposte

Com’è il carattere del dogo argentino?

Per la sua natura di “combattente”, il dogo argentino è consigliato solo a proprietari sperti. È un fedele amico, sempre pronto a difendere la famiglia che lo ha accolto in casa. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, è un compagno di giochi per i bambini, ma sempre sotto l’attenta supervisione di un adulto che abbia autorità sul cane.

ll dogo argentino è pericoloso?

La pericolosità di un cane dipende sempre dal proprietario. Se cresciuto nel modo giusto, il suo carattere equilibrato lo rende un cane adatto anche i presnza d bambin e anziani.

Quanto costa un cucciolo di dogo argentino?

Il prezzo di un cucciolo di dogo argentino, con pedigree, va dai 1000 ai 1500 euro.

Fonte La Repubblica

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.