Hernán Barcos regala casa alla tata: viveva in una baracca - Notizioso
La solidarietà del bmber Hernán Barcos

Hernán Barcos, attaccante argentino trentasettenne della squadra peruviana Alianza Lima è saoprannomnato il Pirata ma di predatore dei mari ha solo il soprannome. Eh sì perchè il bomber che è stato a un passo dall’indossare la maglia del Messina, quest’anno 10 gol in campionato, non prende, dà! È un antidivo, uno che è rimasto con i piedi per terra e non si è dimentcato dei meno fortunati. L’ultimo gesto a fare notizia, compiuto insieme alla moglie Giuli Chunha, è stato regalare una casa alla babysitter.

Quando l’attaccante dell’Alianza Lima ha saputo che la donna viveva in una casa di legno, praticamente una baracca, con suoi quattro figli, non ha esitato ad aiutarla regalandole un bllissimo appartamento. Un gesto di solidarietà che ha fatto felice la babysitter. Non pensiate, però, che sia l’unico. Già in altre occasioni Hernán Barcos è stato protagonista di gesti di solidarietà.

Hernán Barcos da pirata a señor corazón

A questo punto continuare a chiamare pirata Hernán Barcos diventa davvero difficile, tanto è vero che in Peru qualcuno lo chiama già el señor corazón perchoè come detto, aver regalato la casa alla babysitter non è l’unico gesto di solidarietà. Emblematico è il caso di una bambina affetta da da SMA di tipo 1, una malattia rara e degenerativa.

La vecchia casa della babysitter

Per aiutare la piccola Hernán Barcos ha organizzato una riffa. Il primo premio era un’automobile. L’attaccante, poi, quando ha saputo che la squadra femminle dell’Alianza Lima usava l’impianto audio della squadra maschile per ascoltare musica durante gli allenamenti o quando si rilassavano, gliene ha comprato uno dicendo:

È importante sostenere tutto quello che signfica Alianza Lima, non solo la squadra maschile ma anche quella femminil e quella di volley. Ci siamo accorsi (lui e la moglie. ndr) che la squadra femmibile utilizzava l’impianto audio della squadra maschile, csì io e mia moglie abbiamo chiesto quanto costava l’attrezzatura e gli abbamo dato i soldi. Loro mi hanno ringraziato clebrando un gol alla maniera del Pirata.

Fonte El Comercio

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *