Gaetano Curreri colpito da infarto

Gaetano Curreri, frontman degli Stadio ha avuto un maolre venerdì sera duranta un concerto con i Solis String Quartet. Il musicista si stava esibendo a San Benedetto del Tronto. Il cantante è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Mazzone di Ascoli Piceno. Le sue condizioni sono stabili. Gaetano Curreri si è sentito male poco prima della conclusione del concerto.

Il musicista stava cantando il brano Piazza Grande di Lucio Dalla quando ha avuto un mancamento. Il pronto intervento di alcuni medici presenti sul posto hanno evitato che potesse cadere malamente.

Il malore di Gaetano Curreri a San Benedetto del Tronto non è stato un ictus

Il malore che ha colpito il frontman degli Stadio non è stato un ictus ma un infarto. Questa voce ha cominciato a circolare perchè il cantante degli Stadio ha un precedente. Ad Acireale, proprio durante un concerto, ebbe un ictus.

Gaetano Curreri vaccinato: purtroppo tra le altre voci che cominciano a circolare c’è quella secondo la quale il malore del frontman degli Stadio sia la conseguenza del vaccino contro il covid.

Purtroppo quella di associare a morti e malori il vaccino è diventato una sorta di macabro sport no vax. Pensiamo al caso di Emanuele Melillo, il conducente di autobus morto in un incidente a Capri.

In breve tempo si diffuse la notizia che l’autista era stato colto da un malore fatale poiché vaccinato. Questa notizia come quella di “Gaetano Curreri vaccinato“, era priva di fondamento.

Infarto superato brillantemente

A smentire le voci secodo le quali il musicista aveva avuto un incus è stata la manger Laura Corischi che al Corriere della Sera ha spiegato:

Non ha avuto un ictus come alcuni hanno riportato, ha avuto un infarto che è stato superato brillantemente. Hanno aperto l’aorta, è stabile. L’ho sentito, mi ha chiamata. Rimarrà monitorato per altre 24 ore. È in un centro di eccellenza, ha superato tutto brillantemente.

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.