pescatore attaccato squalo fiumicino

Un pescatore è stato attaccato da uno squalo di fronte alla costa di Fiumicino. Alessandro Sanna era uscito con la sua barca per una battuta di pesca sportiva. L’uomo si stava godendo la bella giornata di sole quando la sua piccola imbarcazione ha avuto uno scossone. Non era stata un’onda che si era infranta contro la barca a provocarla. Il pescatore ha visto affiorare una pinna dorsale che girava pericolosamente intorno a lui. Alessandro Sanna ha capito di essere finito nel mirino di uno squalo. Per fortuna a poca distanza c’era un peschereccio, il Diana del capitano Manuel Tortolano.

L’uomo ha immediatamente virato verso la barca di Alessandro Sanna che di slancio e con l’aiuto del capitano e un altro marinaio a bordo, è stato tratto in salvo. Subito dopo la barca si è ribaltata, forse a causa di un colpo di pinna dello squalo (probabilmente una verdesca).

Booking.com

Pescatore attaccato da uno squalo lungo 5 metri

Alla scena ha assistito anche Alessandro Lupino, operatore sanitario in servizio al pronto soccorso dell’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino. Incurante della presenza del grosso squalo, ha virato con il gommone in direzione del pescatore in difficoltà. Alessandro Sanna ha avuto un lieve malore, Alessandro Lupino lo ha soccorso. Come ha raccontato l’operatore sanitario, Sanna aveva i battiti del cuore accelerati. Lo squalo, lungo all’incirca 5 metri, è poi sparito sott’acqua.

Fonte Il Messaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *