Incidente a Vittoria: morto Salvatore Occhipinti

Fernanda Marino, 17 anni, è morta ieri mattina, giovedì 21 ottobre, in un incidente a Positano. Come tutte le mattine si stava recando al liceo Scientifico Salvemini di Sorrento dove studiava. I suoi compagni di classe l’hanno attesa invano. Quando l’insegnate ha fatto l’appello e ha pronunciato il nome di Fernanda Marino, ha sentito la classe rispondere: assente! Nulla di così strano, insolito. Chi mai avrebbe potuto immaginare che il banco della ragazza non sarebbe mai più stato occupato?

L’incidente è avvenuto sulla sulla Statale 163 Amalfitana, in un tratto dove la carreggiata si restringe. C’è il senso unico alternato. Un semaforo regola il transito delle auto. Proprio il mancato rispetto del rosso da parte del conducente di un van sarebbe la causa del sinistro mortale.

Fernanda Marino è stata travolta dal mezzo. La studentessa è morta sul colpo. Quando l’ambulanza è arrivata sul luogo dell’incidente di Positano non c’era più niente da fare.

Un infermiere ha tentato in ogni modo di rianimare la ragazza. Tutto inutile. Il corpo della giovane è stata trasportata presso l’obitorio dell’ospedale Ruggi di Salerno.

Morte Fernanda Marino: l’autista Ncc positivo ai cannabinoidi

In seguito alla morte di Fernanda Marino, il conducente del van è stato denunciato per omicidio stradale. La posizione del ventottenne originario di Pompei si è aggravata. L’autista, infatti, non solo è passato con il rosso, come affermato da diversi testimoni, ma è anche risultato positivo ai cannabinoidi.

Se l’uomo non avesse fatto uso di sostanze stupefacenti, questa tragedia si sarebbe potuta evitare? Chi può dirlo… tuttavia il problema principale è che il ventottenne di Pompei è passato con il rosso, a quel punto quando è sbucato dalla curva l’impatto è stato inevitabile.

Fonte Metropolis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *