Oggi TuttoSport in questo articolo racconta di come l’esonero di Allegri sarebbe una mossa che costerebbe alla Juventus 80 milioni di euro. Analizzando l’articolo ne viene fuori una logica un po’ forzata e stiracchiata, andiamo nel dettaglio e facciamo chiarezza.

La Juventus deve ad Allegri 39 milioni di euro

La matematica non è un’opinione. Allegri ha un contratto di 7 milioni netti più 2 di bonus fino al 30 giugno 2025.

Calcolando dunque i due anni e nove mesi di contratto rimanenti, Allegri dovrebbe percepire dai bianconeri ancora 21 milioni di euro netti, che al lordo si aggirano quindi attorno ai 42.

Allora perché TuttoSport parla di 80 milioni?

Il motivo è presto detto. In modo da fare “il titolone“, come spiegato anche da Guido Vaciago su Twitter, nell’articolo si fanno alcuni postulati. Significa porre alcune condizioni a priori, in modo da far venire fuori gli 80 milioni.

Nell’articolo, al costo dell’esonero di Allegri viene sommato il costo dell’eventuale nuovo allenatore. Altra supposizione è che il nuovo mister prenda lo stesso stipendio di Allegri, cifra poi moltiplicata per gli 4 anni (quindi un allenatore che abbia anche la stessa durata contrattuale.

Un titolo non veritiero

In sintesi, secondo una logica abbastanza forzata, la vera cifra che verrebbe a costare un esonero di Allegri (42milioni circa) viene raddoppiata.

Un metodo abbastanza scorretto. Nel gergo moderno di internet, si chiama ClickBait. Era doveroso per noi fare il punto della situazione in modo da fare chiarezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.