Cancro alla prostata

Si chiama ExoGrail il nuovo test messo a punto da ricercatori inglesi che consente di determinare la presenza o meno del cancro alla prostata ed evitare di ricorrere sempre alla biopsia. In sostanza si tratta di un esame delle urine, il suo impiego, afferma il dottor Dan Brewer della University of East Anglia, consente di ridurre del 35% le biopsie. Grazie a questa particolare analisi delle urine è possibile per i medici individuare il tipo di trattamento più adeguato nel contrastare il cancro alla prostata. A riportare la notizia è il Mirror.

Cancro alla prostata: ExoGrail è simile al test per la gravidanza

Come spiegato dai ricercatoi inglesi, ExoGrail è simile a un test per la gravidanza. Una biopsia prostatica richede l’uso di aghi molto sottili per prelevare campioni di tessuto dalla ghiandola. Successivamente si esamina il tessuto per individuare la presenza del cancro alla postata.

Se l’esito dell’esame è sfortunatamente positivo, questo dà informazioni sull’aggressività del male e anche con quali probabilità possa diffondersi. La biopsia non solo è un same invasivo ma presenta anche il rischio di effetti collaterali come, per esempio, un’infezione.

Il dottor Dan Brewer pone l’accento sulla necessità di migliorare le diagnosi e le previsioni sugli esiti così da non incorrere in problemi di sovradosaggi e sovratrattamenti.

In questo modo il paziente che soffre di cancro alla prostata può essere sottoposto a un trattamento mirato e senza ricorrere necessaramente alla biopsia.

Utilizzare un esame delle urine come ExoGrail comporterebbe anche un risparmio di denaro oltre che benefici sia a livello psicologico (per il paziente) sia socale.

La diffusione del tumore alla prostata

Il tumore alla prostata è tra i più diffusi nella popolazione maschile, è diagnosticato nel 20% dei casi. Stando alle stime del 2017, in Italia ogni anno sono diagnosticati 34.800 nuovi casi.

È tuttavia importante dire che se si interviene presto, ci sono buone probabilità di scongiurare la morte dell’ammalato. Il 91% delle persone cui è stato riscontrato il male, è vivo dopo 5 anni dalla diagnosi.

I soggetti a rischio

L’età rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio. Se da un lato è molto raro ammalarsi prima dei 40 anni, le probabilità aumentano sensibilmente dopo i 50, mentre 2 tumori su 3 vengono individuati negli over 65.

Dalle ricerche, inoltre, emerge che il 70% dei pazienti over 80 soffre di tumore alla prostata. Tuttavia spesso in questi casi la malattia non si manifesta con sntomi e viene ndividuata solo in seguito a un’autopsia.

La famliarità è un altro fattore di rischio che è del doppio per chi ha un consanguineo con la suddetta malattia. Anche lo stile di vita è determinate. Obesità, dieta ricca di grassi saturi, assenza di esercizio fisico, possono favorire lo sviluppo del cancro alla prostata.

Quali sono i sintomi del cancro alla prostata

Inizialmente il tumore non presenta sintomi. La malattia è diagnosticata dopo una visita urologica che prevede l’esplorazione rettale o il controllo del PSA. Sintomi urinari si presentano nel mometo in cui la massa tumorale cresce: difficoltà ad urinare, necessità di urinare con una certa frequenza, dolore quando lo si fa, sangue nello sperma o nell urine.

Questi sintomi possono anche dipendere da problemi prostatici benigni, è il caso della ipertrofia. Tuttavia è necessario rivolgersi a uno specialista.

Come prevenire il tumore alla prostata

Non esiste una prevenzione specifica per il cancro alla prostata, tuttavia seguire alcune regole aiuta certamente. È importante consumare molta frutta e verdura. In questo senso ottimi sono i cereali integrali. È bene, invece, diminuire il consumo di carne rossa, in partcolare se grassa e troppo cotta.

Da evitare i cibi ricchi di grassi saturi. importante non avere chili in eccesso e dedicarsi all’esercizio fisico: può essere sufficiente una passeggiata di 30 minuti al giorno tenendo un passo sostenuto. Ben venga una visita urologica annuale.

Fonte AIRC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *