Arrestato Domenico Vitto, sindaco di Polignano a Mare

Questa mattina è stato arrestato il sindaco di Polignano a Mare, Domenico Vitto. Le manette sono scattate anche ai polsi del vicesindaco Salvatore Colella e di tre dirigenti comunali: Nicola Cicala, Raffaele Lassandro e Pasquale Teofilo. Per tutti gli arrestati sono stati disposti i domiciliari. A dare esecuzione alle misure cautelari, sono stati i militari della Guardia di Finanza su disposizione del Procura di Bari che indaga su presunti appalti truccati a Polignano Mare.

I reati contestati sono, a vario titolo, di turbativa d’asta, falso ideologico, corruzione e concorso in peculato. Tra gli appalti finiti sotto la lente d’ingrandimnto degli investigatori ci sono quelli relativi alla manutenzioe di strade e verde pubblico, la riscossione del tributo per la refezione scolastica e i lavori di rifacimento del largo Gelso e del lungomare.

La lista degli indagati è lunga e tra questi non mancano gli imprenditori. La Procura di Bari ha disposto misure interdittive nei confronti di:

  • Vito Lo Franco
  • Hibro Hibroj
  • Vito Dentico
  • Nicola Narracci
  • Bartolomeo Lamanna
  • Consilia Lo Franco
  • Stefano Adresini
  • Grazia Cassano
  • Saverio Giuliani
  • Giuseppe Mancini
  • Claudio Giazzi

Tra gli i dirigenti e impiegati comunali indagati figurano:

  • Raffale Nicola Vitto
  • Michele Giannuzzi
  • Domenico Matarrese
  • Girolamo Flavio Grade
  • Michele Giannuzzi
  • Maria di Palma
  • Pasquale Russo

L’arresto del sindaco di Pomigliano di Polignano a Mare, Domenico Vitto, così come di tutte altre persone coinvolte rappresenta un autentico terremoto politico che porta alla luce inquietanti scenari. Ulteriori dettagli sarano forniti dalla Procura nelle prossime ore.

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.