La verità sul tradimento tra Allegri e Ambra Angiolini

Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini… neanche la partenza di Cristiano Ronaldo ha suscitato tanto scalpore. Forse perché nel fondo tutti sapevano che il pluripallone d’oro portoghese aveva voglia di porre fine alla sua storia d’amore con la Juventus. Ma Max Allegri e Ambra Angiolini… chi se lo sarebbe mai aspettato (che si mettessero insieme, non che si lasciassero)?

Adesso si spiegano molte cose, a cominciare dalla schifosa partenza in campionato dei bianconeri. Ovvio, il tecnico non ci stava con la testa. Come dargli torto. Eppure in questa storia la vittima non sembra lui. Si parla di tradimento. Ci risiamo, i soliti ultras che pensano che uno nasce e muore juventino.

Se cambi squadra sei un mercenario, anche se vieni dall’estero e non si capisce perché mai dovresti essere juventino una volta che metti piede nello spogliatoio bianconero. No signori, e soprattutto no figlia di Ambra Angiolini: Massimiliano Allegri non ha tradito nessuno, lui è un professionista.

Giustamente sceglie il miglior offerente. È una questione di crescita professionale. È ora di smetterla con questi assurdi discorsi. Nel calcio moderno la fedeltà non esiste. Non ci sono più le bandiere.

Ambra Angiolini ha ricevuto un premio, un Tapiro D’Oro e si lamenta pure? Ma secondo voi Allegri quest’anno vincerà qualcosa? Magari l’avessero dato a lui il Tapiro, almeno avrebbe messo qualcosa in bacheca.

Invece niente… zero tituli, che poi da quando c’è il VAR è diventato tutto più difficile senza dimenticare che questi rompono ancora le palle con Calciopoli, Mazzoleni, la mancata espulsione di Pjanic, le partite perse in albergo e Sarri che si dimentica tutto, toglie la tuta e si veste elegante pur di vincere con l’odiata Juventus.

Perché signori il calcio e l’amore sono la stessa cosa, a un certo punto arriva il triplice fischio e tutto finisce.

Articolo di satira

Di Vincenzo Borriello

Direttore responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *