Femminicidio a Montecchio Maggiore: la vittima è Alessandra Zorzin

Una donna è stata uccisa a Valdimolino, frazione del comune di Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza. La vittima, Alessandra Zorzin, 21 anni e madre di una bambina di 2 anni che per fortuna si trovava all’asilo, presentava una ferita da arma da fuoco. Il responsabile del femminicidio è in fuga.

Il cadavere Alessandra Zorzin, parrucchiera di professione, è stato scoperto dal marito quando ha fatto ritorno a casa nel primo pomeriggio. La ventunenne era a letto. L’uomo era stato messo in allarme da alcuni vicini che lo avevano contattato per avvisarlo di aver udito uno sparo provenire dalla sua abitazione.

Subito dopo hanno notato un uomo allontanarsi a bordo di una Lancia Y di colore scuro, probabilmente nera. L’assassino sarebbe stato identificato come un conoscente della vittima. Pare che l’arma usata per il delitto fosse detenuta regolarmente per motivi di lavoro.

Omicidio Alessandra Zorzin: settembre mese terribile per le donne

Non si ferma, dunque, la strage di donne. È stato un settembre a dir poco nero da questo punto di vista. Al momento è importante dire come non sia possibile affermare se ci troviamo in presenza dell’ennesimo delitto perpretrato da un uomo che non si rassegna a un rifiuto.

L’unica cosa certa è che una giovane donna è stata uccisa a Montecchio Maggiore. Le forze dell’ordine sono impegnate in un’autentica caccia all’uomo. Il responsabile è armato e pericoloso.

Fonte Il Gazzettino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *