casa ricavata da una grotta

Scordatevi la storia del ragazzino che costruisce la casetta sull’albero. Andrés Cantó, un ventenne di La Romana, paesino vicino Alicante (Spagna) è partito da un pozzo per realizzare una grotta abitabile. Si tratta di una casa con tutti i comfort, incluso il Wi-Fi. La cosa più incredibile è che questa opera edile Andrés l’ha incominciata quando aveva 14 anni, tutto da solo. Andrés Cantó, che sogna una carriera d’attore, quando ha cominciato a dare picconate nel suolo non pensava di realizzare l’opera della quale oggi tutti parlano in Spagna. Semplicemente aveva bisogno di sfogare sua sua rabbia dopo aver litigato con la mamma.

Forse può interessarti anche l’articolo Incredibile casa fatta dodici con container, c’è anche la piscina

Ecco come Andrés Cantó ha iniziato a costruire la casa sotto terra

Come detto, tutto ha avuto origine da un litigio con la mamma. Ogni volta che voleva andare in Paese (vive in campagna) la madre lo obbligava a cambiarsi gli abiti perché vestiva come un vagabobdo, un indigente. Così gli venva rimproverato. Andrés Cantó, però, non voleva. Quella volta si arrabbiò partcolarmente, preferì rinunciare ad andare in paese e fu a sfogare la sua rabbia altrove.

Nella proprietà della sua famiglia c’era un piccolissimo pozzo, era stato realizzato perché i genitori volevano costruire una piscina. Successivamente, l’idea era stata abbandonata. Il ragazzo afferrò un piccone e cominciò a scavare. Andrés si rese conto che in poco tempo aveva aumentato discretamente le dimensioni del pozzo. Da lì ebbe l’idea di ricavare una casa, un rifugio dove starsene in pace.

Due anni dopo l’inizio dell’opera, conobbe Palomero. I due ben presto divennero grandi amci. Un giorno Palomero chiese ad Andreas cosa volesse fare con quel buco. Gli spiegò il suo progetto. L’amico fu entusiasta dell’idea e si offrì di aiutarlo. Realizzarono le scale, poi una stanza, poi un’altra. Nella roccia è stato ricavato persino un piccolo forno. Non manca l’elettricità e neanche il Wi-Fi, anzi, in questi giorni molti giornalisti che si sono collegati via skype con Andrés Cantó, si sono meravigliati per la qualità del seagnale internet.

Nessu pricolo di crollo

A leggere di una notizia come questa inevitabilmente ci si chiede se realizzare un’opera del genere non sia pericoloso. Andrés spiega di aver apreso il mestiere da suo nonno. È stato un agricoltore e ha realizzato grotte per tutta la vita. Da lui ha imparato molto e spiega:

Per esempio, ho iniziato mettendo un supporto a forma di V. Mi sono reso conto che copriva perfettamente la grotta in larghezza e lunghezza, così ho messo uno strato di legno e rete metallica sopra e l’ho coperto con adobe. Quando piove si solidifica di più e, contrariamente a quanto si pensa, l’acqua non penetra mai nella grotta.

I ragazzi hanno fatto ispezionare la caverna a dversi esperti e tutti hanno concordato nel giudicarla sicura. Oltretutto è rinforzata con dei pilastri. La qualità del terreno e il sistea a volta usato per la costruzione, rendono il tutto ancora più stabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *